LA FUGA DEI CERVELLI CONTINUA…E SOPRATTUTTO IL PROBLEMA DEI PROFILI NON DISPONIBILI SUL MERCATO DEL LAVORO E’ SEMPRE PIU’ SERIO

Dati ISTAT: dal 2008 al 2020 si è trasferito all’estero il 6% degli italiani fra i 25 e i 34 anni.
E’ incredibile che in Italia si registri, ancora, un flusso di tale portata che si accompagna – con effetti preoccupanti – a un pesante calo demografico.

I due fenomeni, il primo attuale l’altro invece che ci proietta nel futuro prossimo, hanno ripercussioni sul sempre più marcato divario tra domanda di lavoro e offerta delle competenze ricercate dalle aziende.

COSA FARE

Cosa fare per le aziende che cercano OGGI #risorseumane #skillate?

La risposta non è per nulla semplice.

Le azioni poste in essere dal Governo sono destinate a produrre risultati nel medio-lungo periodo. Vediamo di cosa si tratta nello specifico.

Una prima risposta è data dai percorsi #IFTS (https://www.etass.it/corsi-ifts-gratuiti/), un’altra opportunità è invece costituita dagli #ITS (https://sistemaits.it/).
Sono progetti di una o due annualità che creano tecnici in differenti settori, aggregando candidature soprattutto provenienti dalla Scuola Secondaria di Secondo Grado. Per i dettagli, se di vostro interesse, rimando ai link forniti sopra.

Il punto è che l’utenza di questa tipologia di offerta formativa al momento non sembra attrarre i modo particolare la fascia degli #HiPos e quindi non risponde a tutte le esigenze aziendali.

SERVONO COMPETENZE, ORA

Come fare allora per rispondere alle esigenze dell’hic et nunc delle competenze delle imprese in forte crescita?

L’alternativa è data dalle #CorporateAcademy, progetti che se ben strutturati sono in grado, in un periodo di tempo (pochi mesi), di ottenere i risultati attesi.
Esse consentono di agire su segmenti di utenza molto targettizzata e di articolare percorsi di formazione dedicati.

COME FARE

Serve un preciso ed accurato model design di progetto e una pianificazione delle attività, soprattutto in relazione al reperimento degli Junior Talent in target.

Insomma, la costruzione di una Academy non si traduce nella mera progettazione di un percorso formativo ma è un vero e proprio progetto con ampi impatti sulla #TalentAcquisition, la #BrandAwareness, la #SocialCorporateResponsibility e l’#ESG.

Per non parlare degli impatti lato mercato, costituito da consumatori, sempre più attenti ai sistemi di governance e alle attività delle aziende legate al sistema educante e agli impatti sociali e ambientali.

Noi di ETAss | Formazione e HR Development ci crediamo fermamente.

Da anni accompagniamo le aziende in questo percorso, anche trovando #risorsefinanziarie e costruendo network con gli #stakeholders per avviare progetti di aggregazione e di networking a valore aggiunto.

Se siete interessati al tema scrivetemi a questa mail direzione@etass.it, vi risponderò personalmente.

Laura Colombo

Questo articolo fa parte della newsletter di ETAss HRNext di aprile 2022