FORMAZIONE ESPERIENZIALE

E TEAMBUILDING PER L’IMPRESA 4.0

Intervista a Luca Erba, Trainer del team ETASS al Learnability Boot Camp 2017

Mai come adesso, nell’era dell’Impresa 4.0, l’azienda per essere in salute ha bisogno di relazionarsi all’esterno in maniera efficace e proficua. Non si tratta certo di una novità in valore assoluto, ma nuovi processi come il coworking e lo smartworking e strumenti come i social media fanno sì che il sistema azienda sia sempre più connesso a vari livelli con stakeholders di vario tipo.

Impresa 4.0 coinvolge tutti i soggetti del sistema: fornitori, stackeholders, dipendenti e gli stessi consumatori in un movimento circolare ed adattivo, di resilienza, inter-riferito e aperto.

L’interconnettività fra sistemi fornisce un supporto ininterrotto alle attività lungo l’intera catena del valore e ha avuto effetti sulla modellizzazione dei processi sia produttivi che organizzativi e di servizio. La comunicazione diviene sempre più complessa e multidimensionale, e si sviluppa in termini di eco-sistema. 

Ne consegue un rinnovato bisogno di entrare in possesso di strumenti e processi virtuosi in grado di ottimizzare i processi ed i tempi, sia di produzione che di relazione.

Come sviluppare processi comunicativi virtuosi in azienda, sia all’interno che verso i propri stakeholders? Per risondere a questa domanda abbiamo impostato un format di formazione esperienzale che abbiamo testato in prima persona, per testarne l’efficacia.

Su questa spinta ha preso forma l’ETASS al Learnability Boot Camp 2017: una due giorni di Team Building e formazione esperienzale guidati dalla vision delle nostra CEO Laura Colombo e dal know how del nostro Trainer Luca Erbaprotagonista tramite i suoi role play di sessioni di lavoro rivelatisi estremamente proficue per ogni componente del team, oltre che sfidanti e divertenti.

 

Ci siamo posti noi per primi queste domande, e siamo partiti alla volta di Sestri Levante, in una cornice dall’atmosfera mozzafiato, per una due giorni di Team Building e formazione esperienzale guidati dalla vision delle nostra CEO Laura Colombo e dal know how del nostro Trainer Luca Erba, protagonista tramite i suoi role play di sessioni di lavoro rivelatisi estremamente proficue per ogni componente del team, oltre che sfidanti e divertenti.

Il risultato è stato un nuovo modello di cui abbiamo sperimentato in prima persona l’efficacia e l’impatto in termini di engagement e che proponiamo a quanti come noi vogliano – agendo con la potente leva della formazione esperienziale – premere sull’acceleratore dell’innovazione e del cambiamento.

Buongiorno Luca. Com’è stato, per te che lavori da tanto tempo come Trainer per la nostra azienda, trovarti a lavorare con le persone di ETASS?

LE – E’ sempre molto stimolante erogare formazione ai “colleghi”; le persone di ETASS sono sempre “in formazione” poiché provano sul team ogni metodologia, prima di proporla al mercato.

Conosco Laura Colombo ed ETASS da 10 anni e la sintonia è sempre stata elevata, un rapporto che si è modificato ed è cresciuto nel tempo, soprattutto grazie alle sfide che ci siamo dati.

Abbiamo lavorato su metodologie innovative di training e consulenza, alla ricerca di insight che permettano di migliorare costantemente la qualità del prodotto formativo, restando aderenti alle necessità dei clienti (in supporto alle loro sfide di mercato) e producendo valore immediatamente apprezzabile e applicabile in azienda, per il personale in formazione.

Il workshop di Sestri, sono certo, abbia confermato questa “alchimia”.

Parlaci della formazione esperienziale: quali sono le caratteristiche che la rendono tanto efficace?

LE – Mi sono approcciato a queste metodologie dopo anni di esperienza (sono trainer certificato dal 2002) ponendomi questa domanda: “quali sono le caratteristiche che contraddistinguano le migliori aziende/organizzazioni sul mercato?” Le ricerche effettuate e l’esperienza maturata ci dicono che mantenere e sviluppare, nel tempo, una posizione di vantaggio competitivo nel mercati di riferimento è indispensabile per conseguire leadership di mercato profittevoli. Questa capacità è indissolubilmente legata al talento delle persone e alla loro capacità di apprendere, di esser flessibili e veloci nel cambiamento. La formazione esperienziale risponde meglio di altre metodologie a questa esigenza, in maniera forte e diretta ma nel pieno rispetto della persona, del team di lavoro e del DNA aziendale.

La tua esperienza ti dice che questi format di formazione aziendale sono in grado di apportare un effettivo e concreto vantaggio? Se sì, come lo si può percepire?

LE – La formazione esperienziale, come accennavo prima, stimola le persone al processo di cambiamento e riesce ad impattare sui comportamenti, sulle competenze e sulle skills in modo molto più efficace e veloce rispetto a metodi formativi tradizionali. La percezione di questi vantaggi è immediata poiché si crea engagement; i partecipanti sono coinvolti in prima persona, lavorando su emozioni, fisicità e logica, superando il paradigma del semplice trasferimento di conoscenze. I metodi di formazione esperienziale sono i veicoli ideali di quel processo di ri-generazione e ri-combinazione di skill innovative spesso già presenti in un’impresa ma non adeguatamente sfruttate. L’esperienziale è un’attivatore. Vengono create le condizioni per la combinazione di scambio ed integrazione tra individuo e gruppo e tra esperienza extralavorativa ed esperienza d’impresa.

Si crea un campo di interazione e un terreno di apprendimento condiviso, in cui si rafforzano reciprocamente i diversi percorsi dei partecipanti, andando a scoprire ed agire i personali talenti, creando motivazione all’azione e alla sperimentazione

A quale azienda consiglieresti maggiormente delle sessioni di formazione esperienziale?

LE – A tutte quelle aziende che avvertono la necessità di porre l’attenzione sugli aspetti che conferiscono una dimensione operativa, all’esigenza di acquisire nuove competenze.  Innanzitutto consiglierei l’esperienziale a chi voglia delineare con maggiore efficacia il ruolo che le figure apicali (imprenditori, manager, quadri, responsabili, facilitatori) sono chiamate a svolgere nei processi di cambiamento e innovazione. Inoltre, a tutte quelle organizzazioni che necessitino di strumenti d’apprendimento e trasmissione di conoscenze, finalizzati ad incrementare la produttività, eliminare gli sprechi e liberare le energie (talenti). A solo titolo di esempio:

Area individuale

  • Potenziare la capacità di gestire il cambiamento e l’incertezza attraverso un comportamento flessibile ed adattivo, apprendendo come mettersi in gioco sperimentando la possibilità di assumersi rischi calcolati, uscendo dalla zona di confort
  • Sviluppare la capacità di osservarsi (autoconsapevolezza) ed osservare il comportamento degli altri, migliorando l’equilibrio emotivo e la gestione dello stress
  • Acquisire consapevolezza del proprio talento (agito o ancora inespresso) e delle proprie credenze limitanti, lavorando su assertività e autostima
  • Rafforzare le proprie abilità di pianificazione, organizzazione, gestione del tempo e delle priorità, problem solving e creatività sperimentando la propria determinazione e l’orientamento agli obiettivi

Area di gruppo

  • Accrescere il senso di collaborazione verso gli altri, migliorando la fiducia negli altri
  • Favorire la comunicazione e l’ascolto, responsabilizzando il singolo nei confronti del gruppo
  • Acquisire consapevolezza dei processi di leadership, partnership e membership sperimentando le capacità di negoziazione, di motivare e fare coaching
  • Migliorare le competenze di gestione del conflitto e di lavoro in team

Il successo di un’azienda non può, insomma, prescindere da un team motivato e produttivo, soprattutto in una fase come quella attuale, contrassegnata da rilevanti cambiamenti. ETASS offre soluzioni alle aziende che vogliono procursarsi un vantaggio competitivo investendo sulle competenze delle proprie persone, con una garanzia: testiamo internamente la qualità delle azioni formative per proporvi solo processi virtuosi in grado di fare la differenza.

VUOI PROVARE IL MODELLO DI TEAM BUILDING ESPERIENZIALE PRESSO LA TUA AZIENDA?

Scrivici all’indirizzo info@etass.it per scoprire come intervenire sulle persone del tuo team acquisendo competitività oppure chiamaci: 0362.231.231 – ref. Barbara Guidi. I progetti son finanziabili con i Fondi interrpofessionali (ETASS gestirà per Voi tutti gli adempimenti burocratici).

Per scoprire e partecipare ai corsi interaziendali di ETASS vai al catalogo 2017