+39 0362 231231 info@etass.it

ETASS conquista il podio di Great Place to Work come Best Workplaces Italia. Il nostro motto “Professionalità, con un sorriso” è la sintesi della nostra Cultura Aziendale e della Value Proposition

Milano, 3 Marzo 2017  – Il nostro CEO Laura Colombo, fondatrice di ETASS, ha ricevuto dalle mani di Andrea Montuschi (Presidente di Great Place to Work Italia) il premio “Best Workplaces Italia”, che testimonia come i valori espressi da ETASS sono davvero vissuti ed agiti, ogni giorno, dalle nostre persone.

Conquistare il Premio salendo sul podio (3° posto di categoria) sin dal primo anno di partecipazione non è cosa comune, e di ciò andiamo particolarmente orgogliosi.

Il Valore aggiunto di partecipare a Great Place to Work per ETASS

La decisione di partecipare alla survey di Great Place To Work mediante il Trust Index© e con l’analisi delle pratiche di gestione delle risorse umane previste dal Culture Audit©   dice Laura Colombo CEO ETASS – è stata decisiva: volevamo comprenderci ancora meglio, confrontarci, verificarci per puntare al miglioramento.

Ciò ha fatto sì che da subito si siano messe in atto politiche ed azioni concrete in funzione di quanto emerso, infatti sin dallo scorso hanno abbiamo progettato ed applicato una coraggiosa ed innovativa politica di reward che si è basata su un modello aperto e condiviso che prevede un forte contributo da parte di tutte le persone in logica bottom up”.

Il posizionamento e il benchmark

La classifica è originata sostanzialmente dal giudizio delle persone che operano in Azienda che, compilando il questionario, hanno assegnato ad ETASS un valore, che è stato poi comparato con gli index di riferimento per determinare – mediante benchmark – il posizionamento e quindi attribuire il premio.

ETASS ha ottenuto un posizionamento particolarmente alto, sia per il settore che la dimensione.

Su quali indicatori è stata valutata ETASS?

Il modello su cui si basa il processo di valutazione – a cui hanno partecipato tutti – indaga su come un ambiente di lavoro positivo sia caratterizzato da tre relazioni fondamentali:

  • una relazione di fiducia reciproca con il management aziendale
  • il rapporto di orgoglio per il proprio lavoro e per l’organizzazione
    di cui si fa parte
  • la qualità dei rapporti con i colleghi

I dati sono stati raccolti in forma anonima, ed esaminati sia in modo qualitativo che quantitativo (problematiche più comuni, esigenze più personali).

Come è stato possibile raggiungere tale traguardo?

Invitata da Andrea Montuschi ad esprimere un pensiero rispetto ad ETASS e al riconoscimento ricevuto, Laura Colombo ha detto:

Due cose hanno reso possibile tutto ciò, e una sola dipende da me.

Se posso aver avuto un merito, credo che sia stato quello di aver portato avanti una cultura del riconoscimento e dell’ascolto, anche quando non è stato facile farlo perché la situazione di mercato ci metteva sotto pressione; la mia fortuna più grande però è stata quella di aver incontrato delle persone che ogni giorno “interpretano” questo modello testimoniandone i valori, e lo fanno per un motivo molto semplice: non è questione di “motivarle”, loro ci credono.

Noi le condividiamo, davvero”.

Il Valore aggiunto di partecipare a Great Place to Work per ETASS

La decisione di partecipare alla survey di Great Place To Work mediante il Trust Index© e con l’analisi delle pratiche di gestione delle risorse umane previste dal Culture Audit©   dice Laura Colombo CEO ETASS – è stata decisiva: volevamo comprenderci ancora meglio, confrontarci, verificarci per puntare al miglioramento.

Ciò ha fatto sì che da subito si siano messe in atto politiche ed azioni concrete in funzione di quanto emerso, infatti sin dallo scorso hanno abbiamo progettato ed applicato una coraggiosa ed innovativa politica di reward che si è basata su un modello aperto e condiviso che prevede un forte contributo da parte di tutte le persone in logica bottom up”.

Il posizionamento e il benchmark

La classifica è originata sostanzialmente dal giudizio delle persone che operano in Azienda che, compilando il questionario, hanno assegnato ad ETASS un valore, che è stato poi comparato con gli index di riferimento per determinare – mediante benchmark – il posizionamento e quindi attribuire il premio.

ETASS ha ottenuto un posizionamento particolarmente alto, sia per il settore che la dimensione.

Su quali indicatori è stata valutata ETASS?

Il modello su cui si basa il processo di valutazione – a cui hanno partecipato tutti – indaga su come un ambiente di lavoro positivo sia caratterizzato da tre relazioni fondamentali:

  • una relazione di fiducia reciproca con il management aziendale
  • il rapporto di orgoglio per il proprio lavoro e per l’organizzazione
    di cui si fa parte
  • la qualità dei rapporti con i colleghi

I dati sono stati raccolti in forma anonima, ed esaminati sia in modo qualitativo che quantitativo (problematiche più comuni, esigenze più personali).

Come è stato possibile raggiungere tale traguardo?

Invitata da Andrea Montuschi ad esprimere un pensiero rispetto ad ETASS e al riconoscimento ricevuto, Laura Colombo ha detto:

 

Due cose hanno reso possibile tutto ciò, e una sola dipende da me.

Se posso aver avuto un merito, credo che sia stato quello di aver portato avanti una cultura del riconoscimento e dell’ascolto, anche quando non è stato facile farlo perché la situazione di mercato ci metteva sotto pressione; la mia fortuna più grande però è stata quella di aver incontrato delle persone che ogni giorno “interpretano” questo modello testimoniandone i valori, e lo fanno per un motivo molto semplice: non è questione di “motivarle”, loro ci credono.

Noi le condividiamo, davvero”.